Archivi tag: youtube

IFUTBAL: IL SITO DI VIDEO SHARING SUL CALCIO

L'immagine “http://www.ifutbal.com/images/topnav_logo.png” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

iFutbal è un servizio di condivisione video come YouTube, ma dedicato esclusivamente al calcio. Sono disponibili diversi canali: Highlights, Scouting, Tribute, Freestyle, Bloopers, HowTo, Fans, Controversial, Fair Play, 1 vs 1, Top 10, Interviews, Commercials.

iFutbal consente (dopo essersi registrati gratuitamente) di caricare i propri video purché abbiano il calcio come tema principale.

Link: qui.

Continua la lettura di IFUTBAL: IL SITO DI VIDEO SHARING SUL CALCIO

Creare il tuo proprio YouTube gratis con StartYourTube

startyourtube, video

StartYourTube è un servizio che ci permette di creare una nostra propria versione personalizzata di YouTube, in maniera semplice, in pochi minuti senza pagare, programmare, disegnare niente.

Tutto è automatico, non c’è da istallare niente, basta scegliere un nome, una password, segnalare una propria email e possiamo così accedere al sito che possiamo personalizzare come vogliamo con i propri colori, il logo, disegni e molto altro.

I video vengono ospitati nel server del sito e ci sono tutte le funzioni sociali con la possibilità di creare comunità, gruppi di utenti, personalizzare il riproduttore ed “embeddarlo” nei siti web, invitare amici e molto altro.

Inoltre dal sito creato possiamo anche guadagnare in quanto si può inserire pubblicità ed abbiamo a disposizione il 60% delle entrate mentre il resto sarà per il sito.

Sito: StartYourTube

Continua la lettura di Creare il tuo proprio YouTube gratis con StartYourTube

YouTube: Vedere i video non disponibili nel tuo paese

Nonostante non si tratti di vera e propria censura, come ad esempio accade in Cina o in Pakistan, molto spesso è probabile che non sia possibile guardare, tramite il sito YouTube legato al vostro paese, tutti i video realmente presenti nel network. Questo problema nasce dal fatto che i proprietari di contenuti hanno consentito l’accesso a video solo ad alcuni paesi o regioni geografiche specifiche.

Per esempio, il video-clip (Armor For Sleep – Hold The Door), caricato su YouTube dalla Warner Brothers, probabilmente non è disponibile al di fuori degli Stati Uniti (Vi sarà quindi scritto “This video is not available in your country”). Allo stesso modo, questo clip della BBC, su YouTube può solo essere guardato solo dal Regno Unito. Come bypassare i filtri di YouTube? Fortunatamente, è molto facile aggirare queste limitazioni specifiche per paese: Digitate il link del video di YouTube all’interno di Live Translator e premere Invio. Era prima possibile utilizzare anche Google Translate, ma sembra che la falla sia stata arginata. Continua la lettura di YouTube: Vedere i video non disponibili nel tuo paese

YouTube Insight

Chi carica un video su YouTube da oggi dispone di nuovi strumenti statistici utili per analizzare l’attenzione della community.

Accedendo all’area personale tramite login, e facendo clic nelle sezioni “Video Personali” e “Informazioni su questo video” sarà possibile visualizzare informazioni come: il numero di volte che il nostro video è stato visto nelle diverse aree del mondo e l’indice di popolarità che lo ha caratterizzato rispetto ad altri.

YouTube Insight permette di analizzare nello specifico dati come il ciclo di vita del video, il tempo impiegato per diventare popolare e i picchi di maggior successo, offrendo spunti utili per aumentare le visualizzazioni in futuro.

Presto verranno aggiunte altre funzioni di analisi, nella speranza che possano aiutarvi a rendere ancora più popolari i vostri video. Continua la lettura di YouTube Insight

Scarica la musica contenuta nei video di Youtube

Vi piace la musica di un video di Youtube? Scaricatela con questo servizio gratuito!

Grazie a VidToMp3, una nuova applicazione online di tipo web 2.0, sarete in grado di scaricare l’audio contenuto nei video di YouTube. In realtà esistono diverse applicazioni web che svolgono lo stesso compito di VidtoMp3, ma vi consiglio di utilizzare questa in quanto essendo dedicata nell’esclusiva conversione audio, è molto più veloce di un comune servizio di download.

Provatelo anche voi e fateci sapere se riscontrate dei problemi con il servizio: VidToMp3

Continua la lettura di Scarica la musica contenuta nei video di Youtube

YouTube Insight, statistiche per tutti

YouTube Insight, statistiche per tuttiCon il nuovo servizio ogni utente può sapere quando e da dove provengano le sue visite. L’idea è cercare di rendere ancora di più YouTube un buono strumento di business consentendo di targettizzare meglio la propria attività e la pubblicità

Si chiama YouTube Insight ed è l’ennesimo passo che Google sta facendo compiere a YouTube per diventare una macchina da soldi e forse ancora più in là una mossa per consolidare la posizione del sito di video sharing come la principale risorsa esistente di video in rete.

Con YouTube Insight infatti ora chiunque abbia un account e dei video può monitorare con una certa accuratezza chi sia il pubblico del proprio materiale, come si comporti, da dove venga e molti altri dati aggiornati quotidianamente. Certo non è ancora un tipo di rilevazione veramente accurata ma si tratta ad ogni modo di qualcosa che nessun altro offre e che da modo a chi distribuisce materiale sul sito di Google di potersi tarare molto meglio nel momento in cui voglia fare della sua attività un business.

I dati forniti da YouTube Insight riguardano principalmente la provenienza (per gli Stati Uniti c’è anche lo stato) e le abitudini di visione. Tutti i dati vengono visualizzati su una timeline che è possibile scorrere e i cui parametri possono essere modificati dinamicamente. È possibile capire gli orari in cui il video è più visitato o che versione di un video realizza più contatti e ben presto sarà anche possibile capire come ogni utente è arrivato a quel video. E’ però ancora a disposizione solo degli utenti a pagamento la funzione che consente di sapere quanti tra gli utenti che cominciano a vedere un video arrivano alla fine o solo a metà o a un quarto.Bisogna considerare poi che a margine del servizio di rilevazione c’è anche la pubblicità sempre più importante e ritagliata per ogni video. Capire dal tipo di utenza anche che tipo di pubblicità poter inserire è un passo in avanti non trascurabile.Ad annunciare la novità è stata Tracy Chan con un post sul blog ufficiale nel quale ha anche scritto: «Insight trasforma YouTube in uno dei focus group più grandi del mondo». Stando alle ultime statistiche infatti un terzo dei video visiti negli Stati Uniti sono visti su YouTube, il quale rispetto all’anno scorso ha ricevuto l’84% in più di visitatori.Molti sono i possibili utilizzi di statistiche più accurate. Band musicali possono pianificare meglio i loro tour, uno studio di produzione che rilascia un trailer può vedere in quali paesi è più richiesto e creare contenuti che siano in linea con il pubblico che già ha. Continua la lettura di YouTube Insight, statistiche per tutti

Nuove API per YouTube, ora completamente integrabile all’interno di altri siti

YouTube diventa una piattaforma che offre servizi videoFino ad oggi era possibile inserire i video di YouTube all’interno del proprio sito, semplicemente copiando una porzione di codice.
Con il nuovo set di API appena rilasciate dal popolare servizio di video, ora sarà possibile integrare molte funzionalità di YouTube all’interno della struttura del proprio sito.
Quello che prima era un portale dove andare a vedere video, ora diventa un fornitore di un servizio, quello che oggi si usa chiamare una piattaforma e non è un cambiamento da poco.

Ora sarà possibile personalizzare il player di YouTube, utilizzandolo cioè senza la sua struttura grafica e i controlli, e realizzandone una integrata nel proprio layout. Si potrà anche realizzare un sistema in grado di visualizzare video selezionati tramite ricerche e selezioni particolari come i più visti o i più votati.

Tramite le nuove API sarà possibile anche caricare video senza dover lasciare il proprio sito, commentarli, votarli e condividerli, aggiungere altri metadati: ad esempio, come nel caso di TiVo, sarà possibile anche accedere al proprio account e ai propri dati come canali e playlist.

Addirittura la Electronic Arts ha integrato YouTube nel suo nuovo attesissimo Spore, il gioco che permette di creare il proprio universo dalla sua genesi: i giocatori potranno con un solo click attivare la registrazione e l’invio sul proprio account di video della creazione delle creature create.

La possibilità di caricare video direttamente dal proprio sito potrebbe rendere più utilizzate le videorisposte ad altri video, trasformando i blog in videoblog? E’ solo una ipotesi remota ma per certi versi potrebbe prefigurare un cambiamento radicale nelle forme di comunicazione.

E intanto gli altri servizi video attendono con timore il lancio di YouTube Live, il servizio di streaming live di cui si parla da diverso tempo. Continua la lettura di Nuove API per YouTube, ora completamente integrabile all’interno di altri siti

Guardare i video di YouTube in alta risoluzione

youtube-high-quality-videos.png

Leggendo un interessante articolo su CyberNet, ho appreso che esistono molti filmati pubblicati su YouTube che possono essere visti con una risoluzione maggiore rispetto a quella normale 320×240. Il trucco è aggiungere &fmt=6 alla fine della URL del video. Ecco un esempio di video con risoluzione normale:

http://youtube.com/watch?v=CQzUsTFqtW0

e aggiungendo &fmt=6 alla fine dell’ indirizzo:

http://youtube.com/watch?v=CQzUsTFqtW0&fmt=6

Nota: Per finire potete provare aggiungendo &fmt=18 per guardare il filmato in alta risoluzione (se disponibile).

Fonte: [CyberNet]