Archivi tag: microsoft

Microsoft Albany, alternativa a Google Docs

Alcuni beta tester già contattati da Microsoft per Office e Windows Live OneCare hanno recentemente ricevuto un invito a provare Albany, un nuovo e ancora alquanto criptico prodotto realizzato dalla società di Redmond. Se le prime indiscrezioni vedevano il progetto accostato ad una sorta di pacchetto costruito intorno a Microsoft Works, voci più accreditate vedono ora Albany come una sorta di incrocio tra Windows Live OneCare, Office Live Workspace e Office Home and Student Edition indirizzato al mercato consumer e quindi dal prezzo alquanto contenuto. L’approccio di Microsoft dovrebbe includere sia applicativi software che servizi online in concorrenza con quanto offerto da Google Docs and Apps.Microsoft non ha divulgato alcuna informazione in merito al nuovo prodotto e ha posto il veto alla diffusione di dettagli in merito alla nuova operazione; tuttavia, l’invito giunto ai beta tester può svelare qualche indizio: «Albany è indirizzato agli utenti Pc home e include software Microsoft e servizi che vanno incontro alle più comuni esigenze degli utenti Pc oltre ad offrire nuove funzioni capaci di garantire una esperienza semplice e pulita. Dal momento che Albany è stato studiato per il segmento consumer e non per quello enterprise, raccomandiamo di installare la beta su di un computer domestico, sebbene ciò non costituisca un requisito».

Microsoft sembra inoltre riferirsi ad un bundle di tre servizi/prodotti dal nome non ben specificato e definito come “ValueBox“, a suggerire una sua futura distribuzione attraverso un normale circuito di vendite come ad esempio Best Buy. Da una schermata di registrazione catturata da un beta tester si legge infatti: «ValueBox mette assieme tre grandi prodotti e servizi Microsoft per soddisfare le più comuni richieste dell’utenza Pc casalinga».

Dopo la proposta di Office Live Workspace, l’add-on collaborativo per Office, Microsoft sembrerebbe quindi intenzionata ad offrire un prodotto in diretta concorrenza con l’offerta di Google Docs and Apps.

Continua la lettura di Microsoft Albany, alternativa a Google Docs

Excel sbaglia i conti dopo l’applicazione di una patch

In un messaggio di allerta a firma di Bill Sisk, security response communications manager di Microsoft, si fa presente come gli aggiornamenti di sicurezza introdotti dalla patch MS08-014, rilasciata lo scorso Martedì , possano causare qualche problema di calcolo in Excel.

Secondo Sisk, l’installazione dell’aggiornamento “porterebbe Microsoft Excel 2003 a restituire conteggi errati nel caso in cui vengano impiegate sorgenti di dati esterne”. In particolare, Excel 2003 SP2 ed Excel 2003 SP3 fornirebbero un risultato nullo allorquando vengano utilizzati dati esterni (“Real Time Data”) in una funzione Visual Basic for Applications o in una macro.

“Se utilizzate meccanismi che poggiano sull’uso di sorgenti Real Time Data, vi suggeriamo di effettuare dei test aggiuntivi prima di distribuire l’aggiornamento MS08-014 sulle workstation aziendali”. E’ così rissumibile l’aggiunta che è stata introdotta sul bollettino di sicurezza pubblicato lo scorso Martedì, nell’ambito del “patch day” mensile del colosso di Redmond.

Real Time Data od “Importa dati esterni” è una funzionalità che consente agli utenti di estrarre dati, per successive elaborazioni, da una vasta schiera di sorgenti, siti web compresi. Si tratta di una possibilità particolarmente utile per tenere traccia delle variazioni di borsa, di dati contabili, di statistiche e così via.

“Stiamo già testando una patch per la risoluzione del problema”, ha dichiarato Sisk. Nel frattempo, Microsoft suggerisce agli utenti che usano macro facenti riferimento a sorgenti Real Time Data di aggiornare ogni cella in modo individuale anziché estendere l’azione della macro ad un array di celle.

Continua la lettura di Excel sbaglia i conti dopo l’applicazione di una patch

Microsoft Office Live ora disponibile per tutti

Microsoft Office Live ora disponibile per tutti Il servizio Office Live, partito inizialmente come beta ad inviti, ora sarà disponibile a tutti pubblicamente. Quello che si rivelerà come il più potente avversario di Google Docs sarà disponibile per tutti in inglese, ma chiunque potrà iscriveri.

Ma Office Live workspace non sarà solamente Suite per l’ufficio, perchè comprenderà numerosi servizi utili. Notifiche via email: grazie ad una email di notifica l’utente sarà sempre aggiornato sulle modifiche ai suoi documenti condivisi. Collegamenti diretti: sarà possibile salvare un documento come se fosse una pagina dei preferiti. Multi-upload: gli utenti potranno caricare più documenti contemporaneamente.

E’ importante segnalare che per usare Office Live sarà necessario scaricare e installare l’Office Add-on, che si integrerà con l’account Live personale. Successivamente all’installazione di questo add-on, sarà subito possibile salvare i documenti nel proprio spazio e condividerli. Come concetto è del tutto simile a Google Docs, ma con il vantaggio di lavorare con una interfaccia famosa e conosciuta come quella di Microsoft Office.

E’ già stato annunciato che questo prodotto non consentirà l’integrazione con servizio di terze parti, almeno per il momento, e ovviamente non prevediamo nessuna integrazione con Google Docs, con il quale Office Live instaurerà presto una guerra feroce. Continua la lettura di Microsoft Office Live ora disponibile per tutti

Google vuole ODF Microsoft OOXML

guerra dei formati standard google microsoftDal blog ufficiale di Google, Zaheda Bhorat, Open Source Programs Manager, pone di nuovo l’attenzione sulla guerra dei formati per i documenti, esacerbata negli ultimi mesi, dall’introduzione da parte di Microsoft dello standard OOXML, buttato nella mischia per contrastare lo standard ODF di Openoffice, che negli ultimi anni si era guadagnato il plauso della comunità degli sviluppatori e aveva iniziato ad essere accettato di buon grado dalle amministrazioni pubbliche di tutto il mondo.

Google supporta lo standard ODF (iso 26300) riconosciuto a livello internazionale. Il quale offre interazione, efficienza, trasparenza ed interoperabilità. D’altro canto Google accusa Microsoft di premere sulla comunità internazionale per affermare il suo standard OOXML solo per motivi di parte, e sottolinea come lo standard Microsoft sia insufficiente e non necessario. Inoltre lo standard OOXML non ha le caratteristiche per essere accettato a livello globale. Così la pensano anche gli altri membri della ODF Alliance e molti esperti del settore.
Continua la lettura di Google vuole ODF Microsoft OOXML

Solo 44,6 miliardi di dollari…

ms yahooLa notizia è di quelle sensazionali. E sicuramente, se andrà a buon termine, sposterà gli assi di equilibrio su internet. Sembra che Microsoft abbia avanzato una proposta di acquisto per Yahoo. Le agenzie parlano di una cifra intorno ai 46 miliardi di dollari netti (31 miliardi di dollari in azioni), pari a un premio del 62% rispetto alla chiusura di ieri. La notizia ovviamente renderebbe molto diverso e vario il futuro immediato e prossimo, dato che Microsoft prevede di chiudere entro il 2008.

Bisognerà quindi aspettare la decisione di Yahoo, che di certo non sta affrontando un periodo felice, dopo le recenti crisi e le voci che l’azienda sia pronta a licenziare 1000 dipendenti. In realtà non è la prima volta che Microsoft mostra un interesse verso Yahoo. Già un po’ di tempo fa Microsoft aveva mostrato un serio interesse verso Yahoo, e soprattutto considerando il divario accumulato dalle due aziende nei confronti di Google, che nel frattempo ha conseguito numerose alleanze.

“Abbiamo grande rispetto per Yahoo E insieme saremo in grado di offrire un sempre più eccitante insieme di soluzioni per i consumatori, gli editori e gli inserzionisti”, ha dichiarato Steve Ballmer, CEO di Microsoft. “Riteniamo che la nostra alleanza darà maggior valore ai nostri rispettivi azionisti e una migliore scelta e innovazione ai nostri clienti e partner industriali.” “La nostra vita, le nostre imprese, e anche la nostra società sono stati progressivamente trasformati dal Web, e Yahoo ha svolto un ruolo pionieristico in questo senso”, ha detto Ray Ozzie, chief software architect di Microsoft. Continua la lettura di Solo 44,6 miliardi di dollari…

Evento gratuito su Visual Studio 2008, Sql Server 2008 e Windows Server 2008

image

Vi segnalo il sito http://www.microsoft.com/italy/launch2008/default.mspx del lancio di Visual Studio 2008, Sql Server 2008 e Windows 2008.

L’evento (gratuito) che verrà svolto a Milano il 28 e 29 febbraio, seguiranno in varie città italiane (Bologna 4 marzo, Padova 6 marzo, Roma 12 marzo, Catania 18 marzo, Bari 1 aprile, e Napoli 3 aprile) i roadshow, eventi dedicati a questi nuovi prodotti suddivisi in due sessioni, per Sviluppatori (MSDN) e professionisti IT (Technet).

Per maggiori informazioni visitate il sito indicato, mentre per la registrazione visitate il seguente sito http://www.microsoft.com/italy/launch2008/roadshow/default.mspx

fonte blog msdn Italia : http://blogs.msdn.com/italy/archive/2007/12/06/gli-eroi-sono-qui.aspx

Seminari sulle tecnologie Microsoft .NET

 
 
Microsoft presenta i più recenti prodotti di sviluppo e tecnologie per la realizzazione rapida di applicazioni ASP.NET, attraverso una giornata dedicata all’approfondimento delle architetture di sviluppo e alla realizzazione pratica di applicazioni in laboratorio da parte dei partecipanti. A seguire un piacevole evento serale. A tutti gli studenti partecipanti, verrà rilasciato un attestato di partecipazione e fornite informazioni per accedere a training gratuiti e stage offerti dalle aziende. In omaggio anche una copia di Windows Vista.

16 gennaio 2008 – Università di Bari – Dipartimento di Informatica:

 
19 febbraio 2008 – Università di Roma TorVergata: