Caputo's blog

Informatica, tecnologia, programmazione, fai da te, papercraft e papertoy

Creare una distribuzione online con SUSE Studio

Agosto 27th, 2008 by Giovanni Caputo

suse studio
Gli sviluppatori di Novell hanno creato un’applicazione web per la creazione di una versione personalizzata di SUSE chiamata  SUSE Studio. L’applicazione sembra essere  molto simile al progetto NibleX.

Attualmente è possibile valutare il progetto solo tramite un filmato disponibile sul sito.

Il risultato è poi scaricabile in vari formati (ISO, live-CD, immagine Xen o immagine VMware) e può essere  pubblicato in una vetrina virtuale, a disposizione di altri utenti che dovessero trovare interessante quella particolare personalizzazione della distribuzione.

Category: Novità, Open Source, Siti Web, Tecnologia | No Comments »

Leggere partizioni ext/2 e ext/3 da windows

Luglio 28th, 2008 by Giovanni Caputo

Linux Reader è uno programma per Windows che consente di accedere (in sola lettura) a partizioni Ext2/Ext3 anche quando queste non sono leggibili da Linux, rendendo estremamente semplice il recupero dei file presenti nel filesystem. Il programma è anche in grado di creare immagini di intere partizioni e, pur non essendo software libero, rappresenta sicuramente uno di quei tool da tenere nella propria “cassetta degli attrezzi”, soprattutto se si lavora con entrambe le piattaforme.

Category: programmi | No Comments »

Adeona: localizza il portatile in caso di furto

Luglio 20th, 2008 by Giovanni Caputo

Adeona: Private, Reliable, Open SourceEsistono molti software che ci consentono di bloccare il pc in caso di furto ma anche dei software che ci consentono di ritrovare il computer portatile, tra questi si distingue Adeona perchè gratuito (open source), utilizza delle connessioni sicure (OpenDHT) ed è anche multipiattaforma (Windows, Mac OSX, GNU/Linux).

Utilizzo

Installando il programma questo crea un file che salveremo su una mail o su una pendrive. Se dovessero rubarci il portatile e se qualcuno dovesse accenderlo vi basterà installare il programma su un altro computer e aprire quel file che avete salvato in precedenza. Questo file “pingherà” (comunicherà) con i server più vicini e vi dirà in che zona si trova il computer (si capisce dal nome del server)

Come si Installa il Adeona?

– Installazione Windows (XP/Vista)

Scaricate il programma da qui e continuate a leggere sotto dopo le varie installazioni.

– Installazione Mac OSX (Tiger/Leopard)

Sul Mac è possibile anche fare una bella foto al delinquente a patto che abbiate installato prima isightcapture.

Poi scaricate da QUI la versione con foto del furfante e da QUI la versione senza foto del furfante (se non avete la web e isightcapture è consigliabile quest’ultimo).

– Installazione su GNU/Linux (da adattare in base alla distro utilizzata)

1– Scaricate il file .tar.gz da QUI

2– Verificate che siano installati questi pacchetti:

  1. OpenSSL
  2. traceroute
  3. cron
  4. iwconfig [optional]

e se non sono installati installateli tramite il vostro gestore di pacchetti.

3– Lanciate i seguenti comandi dalla vostra Shell o dal vostro Terminale:

  1. tar xzf adeona-0.2.1.tar.gz
  2. cd adeona/
  3. ./configure
  4. sudo make install
  5. sudo crontab -e then add the crontab entry echo‘d by the install script

Se ci sono problemi provate a leggere QUI.

Ora parte la configurazione, che faccio?

Sulla prima finestra clicchiamo su Next

Sulla seconda finesta idem (sempre Next)

Sulla terza finestra clicchiamo su Install

Sulla quarta finestra ci chiederà di inserire una password e di confermarla, scriviamo la nostra password e scriviamola da qualche parte per non dimenticarla (è importantissima vi servirà poi per ritrovare il vostro pc)

Poi vi farà salvare un file “.OST” che dovete custodire gelosamente. Questo è il famoso file da salvare su una pendrive o su un indirizzo mail.

Ora mi hanno rubato il portatile, come faccio a recuperarlo?

Installiamo di nuovo il software su un altro computer e apriamo Adeona Recovery

Aprendolo Adeona vi chiederà di selezionare il file (.OST) che avete salvato in precedenza.

Una volta aperto occorre inserire la password et voilà verrà fuori una con l’elenco dei server a cui si è collegato il pc.

Sito web ufficiale: Adeona

Read the rest of this entry »

Category: Open Source, programmi, Siti Web | 1 Comment »

Resettare la password root di MySQL su Linux

Luglio 14th, 2008 by Giovanni Caputo

MySQLOperazioni da seguire passo passo per ripristinare una password persa di MySQL

Per prima cosa: Stoppare processo Server MySQL

# /etc/init.d/mysql stop

Output: Stopping MySQL database server: mysqld.

Avviare il demone MySQL (mysqld) con l’opzione –skip-grant-tables

# mysqld_safe –skip-grant-tables &

Output:
[1] [2345]
Starting mysqld daemon with databases from /var/lib/mysql
mysqld_safe[2222]: started

Connessione al MySQL Server come root

# mysql -u root

Output:
Welcome to the MySQL monitor. Commands end with ; or \g.
Your MySQL connection id is 1 to server version: 4.1.15-Debian_1-log
Type 'help;' or '\h' for help. Type '\c' to clear the buffer.
mysql>

Setup nuova password

mysql> use mysql;
mysql> update user set password=PASSWORD(”NUOVA-ROOT-PASSWORD”) where User=’root’;
mysql> flush privileges;
mysql> quit

Uscita e riavvio del Server MySQL

# /etc/init.d/mysql stop

Output:
Stopping MySQL database server: mysqld
STOPPING server from pid file /var/run/mysqld/mysqld.pid
mysqld_safe[1111]: ended
[1]+ Done mysqld_safe –skip-grant-tables

Successivamente possiamo subito provare se le nostre modifiche hanno avuto successo:

# /etc/init.d/mysql start
# mysql -u root -p

Read the rest of this entry »

Category: Open Source, programmi | No Comments »

Installare playonlinux per installare giochi e programmi di Windows su linux

Giugno 30th, 2008 by Giovanni Caputo

http://www.playonlinux.com/images/design/header.png

PlayonLinux è un software che semplifica l’installazione dei giochi per Windows su sistemi Linux, utilizzando il noto Wine, facilitandone il processo e dando la possibilità di installare patch e espansioni molto semplicemente.Non si limita ai soli giochi, infatti anche moltissimi software sono installabili con questo semplice fronted, ecco la definizione della community italiana:

PlayOnlinux è uno script, distribuito sotto licenza GPL v3, realizzato all’interno di una community francese di giocatori Linux e nato per permettere una più facile installazione e uso dei giochi non nativi tramite Wine, senza dover impazzire in prima persona tra i mille parametri del programma.

Installazione su Ubuntu

  • Per prima cosa come di consueto aggiungiamo il repository per apt, che ci permetterà di tenere aggiornata la nostra copia di PlayOnLinux alle future versioni del programma.
    Apriamo un terminale e aggiungiamo la chiave gpg del repository in questo modo: wget -q http://playonlinux.botux.net/pol.gpg -O- | sudo apt-key add -
  • Dopo aver fatto questo possiamo aggiungere il repository di PlayOnLinux alla nostra lista di repo recuperandolo direttamente dalla rete e copiandolo nella directory dei sources in questo modo:
  • Ora i passi consueti. Aggiorniamo la lista dei pacchetti con il classico: sudo apt-get update
  • E installiamo PlayOnLinux così: sudo apt-get install playonlinux

Read the rest of this entry »

Category: Giochi, Novità, Open Source | No Comments »

Come usare l’iPhone su Linux Ubuntu

Giugno 26th, 2008 by Giovanni Caputo

In questo articolo tratto da iphoneitalia è spiegato in modo dettagliato come gli utenti ubuntu possono utilizzare al meglio il proprio iPhone.

Gestire le cartelle dell’iPhone in SSH:

Al momento l’unico modo per visualizzare e gestire le cartelle dell’iPhone con Ubuntu è utilizzare il collegamento SSH.

Innanzitutto dovete assicurarvi di avere installato OpenSSH e BSDSubsystem sull’iPhone.

Per visualizzare tutte le cartelle dell’iPhone da Ubuntu basta andare in Risorse-Connetti al server e in “Tipo di Servizio” selezionare SSH.
Cliccate su Connetti e in “Nome utente” scrivete root mentre in “Password” digitate alpine. Cliccate di nuovo su Connetti e in pochi secondi verrà montata la partizione dell’iPhone, con possibilità di visualizzarne (e di gestire) tutte le cartelle.

Prima di scollegare l’iPhone ricordatevi sempre di smontare la partizione.


Montare l’iPhone tramite USB
:

Per chi ha Ubuntu 8.04 è necessario aggiungere una source: aprite Synaptic, cliccate su Impostazioni-Archivio dei pacchetti e in Software di terze parti cliccate su Aggiungi. Inserite quindi il seguente ATP:  http://ppa.launchpad.net/ipod-touch/ubuntu gutsy main e cliccate su “Ricarica”.

1 – Assicuratevi adesso di non avere installato libgpod.
2- Installate ipod-convenience per Amarok o gtkpod (o entrambi se preferite). Quando verrà chiesto inserite l’IP del vostro iPhone (visualizzabile nelle impostazioni o tramite bossprefs). Quando invece vi verrà chiesta la cartella in cui volete montare l’iPhone o lasciate quella di default (/media/ipod) oppure selezionate una cartella diversa, ricordandovi di usare sempre la stessa nei prossimi passaggi. Il pacchetto ipod-convenience installerà la cartella relativa.
3- Inserite l’iPhone alla porta USB.
4- Ora aprite il terminale e montate l’iPhone digitando:

$ iphone-mount

Quando richiesto digitate la password di root dell’iPhone, la solita alpine

5- Per smontare il dispositivo, sempre tramite terminale, digitate:

$ iphone-umount

Gestire la musica con Amarok e gtkpod:
Aprite Amarok:

1- Selezionate Settings – Configure Amarok – Media Device
2- Cliccate su Add Device
3- Selezionate Apple iPod Media Device
4- Ora scegliete il punto di montaggio, che di default è /media/ipod
5- Ora tornate alla schermata principale di Amarok e cliccate sull’icona a forma di ingranaggio di colore blu (Configure Amarok). Per il comando di Pre-Connect aggiungete iphone-mount, per quello di disconnesione aggiungete iphone-umount.
6- Ora in Device cliccate su Connect e dopo aver inserito la password l’iPhone apparirà in Amarok.
7- Ora cliccate sulle doppie frecce a destra dei tasti Connect, Disconnect e Transfer. Si aprirà un menù in cui dovete selezionare iPod – Set iPod Model – Moble Phones – iPhone.

Se le copertine non vengono caricate sull’iPhone, disinstallate libgpod v2 e installate libgpod v3 (verrà reinstallato anche Amarok). Ricollegate l’iPhone e cliccate su Refresh Graphics.

Per quanto riguarda gtkpod ecco cosa fare.

1- Assicuratevi di avere la versione 0.9.12 di gtkpod (la 0.9.10 da problemi con l’iPhone).
2- La prima volta che aprite gtkpod con iPhone collegato riceverete un errore, cliccate semplicemente su Ok. L’iPhone dovrebbe apparire automaticamente, se questo non accade allora dovete aggiungere il punto di montaggio /media/ipod manualmente dalle impostazioni del programma: Modifica/Preferenze/Impoosta il punto di mount.
3- Cliccate con il tasto destro sull’iPhone e selezionate Edit iPod Proprieties e modificate il modello preselezionato con l’iPhone.
4- Ora basterà aggiungere gli mp3 che preferite e salvare.

Con questa guida non avrete più nessun problema nell’usare l’iPhone con Ubuntu.

Questo è il link della guida originale (in inglese).

Category: Open Source | 2 Comments »

Suse Studio – Creare la propria distribuzione personalizzata SUSE Linux online

Giugno 7th, 2008 by Giovanni Caputo

Il team della distribuzione Linux Suse ha creato uno strumento online con cui è possibile creare la propria distro (SUSE) personalizzata. Si inizia con la scelta della vesta grafica o testuale, si passa poi alla selezione dei pacchetti software da includere, la configurazione all’ avvio e la scelta di eventuali files personali da aggiungere. La distribuzione creata è free ed è scaricabile come file immagine nella versione live o installabile. Il servizio è ancora in versione alpha e solamente su invito.

Read the rest of this entry »

Category: Open Source, Siti Web | No Comments »

Costruire una Web cam controllabile a distanza

Maggio 28th, 2008 by Giovanni Caputo

Mag Creare un sistema di videosorveglienza con una/più WebCam

Vi segnalo un modo per poter costruire una video camera (con web cam)controllabile a distanza attraverso l’uso di Php, un programma in C, un motorino e una webcam e un pc con linux.

Le istruzioni: LINK

P1010047.JPG   Webcam%2C+Surveillance+system%2C+Linux%2C+Remote+controlled

Category: Curiosità, Fai da te, Tecnologia, tutorial | No Comments »

Googlubuntu: motore di ricerca monotematico su Ubuntu

Maggio 28th, 2008 by Giovanni Caputo

Googlubuntu

Googlubuntu, un sito sviluppato appositamente per lo svolgimento di ricerche legate a una delle distribuzioni linux più famose.

L’uso è molto semplice; basterà come al solito inserire le parole chiave collegate a ciò che volete trovare e cliccare su search. Tenete presente che i risultati sono presi dal sito ufficiale di Ubuntu e, naturalmente dai suoi derivati: Kubuntu, Edubuntu, Xubuntu e UbuntuStudio.

Ideale per coloro che hanno appena iniziato con questa distro e non sanno dove mettere le mani per trovare applicazioni specifiche. La buona notizia è che al fine di salvare il lavoro, di dover ricordare il sito, è possibile installare un plug-in di Firefox e tenerlo sempre a portata di mano.

Link| qui.

Read the rest of this entry »

Category: programmi, Siti Web | No Comments »

Giochi gratis per Linux

Maggio 27th, 2008 by Giovanni Caputo

Ecco qui una lista di giochi gratuiti per Linux:

Action
Alien Arena 2008
AstroMenace
Nexuiz
OpenArena
Secret Maryo Chronicles
Tremulous
Urban Terror
Warsow
Arcade
Armagetron Advanced
Critical Mass
ManiaDrive
Stepmania
SuperTuxKart
Wormux
Role Play
Crossfire
Daimonin
NetHack
Strategy
Battle for Wesnoth
Freeciv
FreeCol
FreeOrion
Glest
Scorched 3D
Spring
UFO: Alien Invasion
Warzone 2100 RP
Simulation
FlightGear
Frets On Fire
OpenTTD
TORCS
Sports
FooBillard
Slam Soccer 2006
Board & Card
Atlantik
KMahjongg
PyChess
Puzzle
Fish Fillets NG
Frozen Bubble
Neverball
Pingus
Game Engines
ScummVM

Read the rest of this entry »

Category: Giochi, Novità, Open Source | No Comments »