Caputo's blog

Informatica, tecnologia, programmazione, fai da te, papercraft e papertoy

Tutorial per 3d Studio Max

Marzo 10th, 2009 by Giovanni Caputo

Favolosi Tutorial su 3D Studio Max da provare e scaricare Gratis

3D Studio Max è uno dei migliori programmi professionali di grafica vettoriale tridimensionale e animazione

Le risorse grafiche vettoriali applicate a un ambiente 3D sono ottime da usare per realizzare animazioni 3d di grande impatto visivo

Category: Siti Web, Tecnologia | No Comments »

Iceman photoscan – Esplorazione interattiva della mummia dei ghiacchi

Marzo 4th, 2009 by Giovanni Caputo

Vista Zoom

Iceman photoscan è un innovativo progetto scientifico che ha delineato per la prima volta la completa documentazione fotografica della mummia più famosa al mondo, quella dell’ Uomo di Similaun o Ötzi.

Dal sito proposto  è possibile visionare in maniera interattiva il corpo dell’ uomo, permette inoltre la visualizzazione dei tatuaggi e un esplorazione 3d tramite l’utilizzo di appositi occhiali.

Read the rest of this entry »

Category: Siti Web, Tecnologia | No Comments »

Ricostrure un ambiente 3d dalle foto

Marzo 2nd, 2009 by Giovanni Caputo

Per ricostruire un luogo in 3D, occorre scattare più foto dello stesso luogo da punti di vista diversi. A mettere insieme le foto e ricostruire l’ambiente fotografato in 3D ci pensa il programma gratuito Photosynth.

La tecnologia Photosynth lavora in due fasi. Il primo passo prevede l’analisi di più fotografie scattate nella stessa zona. Ogni fotografia è processata utilizzando la rilevazione di un punto di interesse e confrontata, utilizzando l’algoritmo sviluppato da Microsoft Research, con le fotografie simili rispetto alla componente di trasformazione invariante rispetto alla scala di UBC (University of British Columbia). Questo processo individua caratteristiche specifiche, ad esempio l’angolo di una finestra o la maniglia di una porta. Le caratteristiche di una fotografia sono quindi confrontate con le stesse caratteristiche delle altre fotografie. Le foto che condividono particolari vengono collegate tra di loro in una sorta di ragnatela 3D. Così le fotografie delle stesse zone vengono individuate. Analizzando la posizione delle corrispondenti caratteristiche all’interno di ogni fotografia, il programma è in grado di identificare quali fotografie deve affiancare, e da che parte, alle altre. La posizione 3D dei vari particolari, vene calcolata in maniera simile a quanto accade nella percezione della profondità dell’occhio umano; il sistema è in grado di estrarre le posizioni della macchina fotografica e le direzioni di scatto, e in funzione di questi valori genera una struttura multidimensionale. In definitiva, si tratta di un’illusione ottica che sfrutta il rapporto fisso fra i punti spaziali di uno stesso oggetto e il senso di prospettiva. Analizzando le sottili differenze nelle relazioni tra le caratteristiche (angolo, distanza, ecc), il programma individua la posizione 3D di ciascun elemento, così come la posizione e l’angolo dal quale ogni fotografia è stata scattata. Questo processo è noto scientificamente come Bundle adjustment ed è comunemente utilizzato nel campo della fotogrammetria, con prodotti analoghi come Imodeller, D-Sculptor, e Rhinoceros. Questo primo passo è, a livello computazionale, estremamente intensivo, ma deve essere effettuato una sola volta per ogni serie di fotografie.

La seconda fase prevede la visualizzazione intelligente e la navigazione attraverso la pointcloud 3D di caratteristiche individuate nella prima fase. Questo viene fatto con il visualizzatore Photosynth. L’utente accede attraverso un computer client e mantiene una connessione a un server che memorizza le fotografie originali. Esso consente a un utente, tra le altre cose, di vedere una qualsiasi delle fotografie dal loro punto di vista originale ed incorpora la tecnologia di Microsoft ottenuta attraverso l’acquisizione di Seadragon nel gennaio 2006. La tecnologia Seadragon consente uno zoom di alta qualità in fotografie ad alta risoluzione senza doverle scaricare sulla macchina dell’utente.

Photosynth installa sul tuo computer due programmi: un uploader per caricare le tue foto sui server Microsoft e dei plugin per poterle visualizzare sul browser (Internet Explorer e Firefox). È molto facile da usare: per accedere al programma occorre un Windows Live ID o .NET Passport (quello utilizzato per Windows Live Messenger) e creare il profilo. Dopodiché è subito possibile caricare le proprie foto. PhotoSynth è in grado di farci navigare nelle immagini in 3D, dando cioè la sensazione di muoverci nello spazio, partendo da una collezione di foto che ritraggono lo stesso soggetto. E’ possibile ad esempio, guardando l’immagine di un’auto, ruotarci intorno e visualizzare quindi tutti i suoi lati oltre a potere zoomare senza perdere la risoluzione e quindi il dettaglio di ogni particolare. E’ possibile anche ad esempio guardare l’immagine di una piazza e potere “camminare” virtualmente guardandosi intorno come se ci si trovasse proprio lì. L’algoritmo alla base del software è in grado di estrapolare gli elementi caratteristici grafici da qualunque foto, qualunque sia l’origine, qualunque sia il tipo di fotocamera utilizzata. Sarà quindi possibile visualizzare anche le nostre fotografie in 3D perché potranno essere integrate con le foto di centinaia di altre persone disponibili sul web! E’ facile immaginare la disponibilità di tante fotografie e quindi un livello di dettaglio incredibile per i luoghi pubblici e turistici visitati e fotografati da una enorme quantità di persone. Per fare tutto questo il software ha bisogno di una collezione di immagini che ritraggono il soggetto da più angolazioni diverse. Tante più sono le fotografie, tanto più sarà elevato il dettaglio dello spostamento e della visualizzazione. Ciascuna immagine viene poi elaborata e da ognuna vengono estrapolati centinaia di elementi caratteristici grafici che sono in grado di creare dei punti di “sovrapposizione”. Tramite questi punti, le immagini di angolazioni diverse possono essere parzialmente sovrapposte generando così una sorta di collage che offre di conseguenza la sensazione di muoversi nello spazio “attorno” all’oggetto. Le gallerie che vengono “sintetizzate” meglio sono quelle che comprendono foto panoramiche e dettagli di paesaggi presi da diverse angolazioni, con scatti multipli. La presentazione viene visualizzata con un template elegante che ti permette anche di esplorare manualmente l’immagine, di zoomare o di vedere la galleria di thumbnail. Con Photosynth si può vedere le foto a schermo intero, ma non si ha nessuna opzione di personalizzazione. Photosynth decide tutto da solo, bisogna solo caricare le foto. Il software, come spiega FotoUp, combina le immagini scattate come la creazione di una “sintesi” mentale attraverso il mix di fotografie scattate anche in tempi diversi e con risoluzione diversa. Il risultato è un synth, un insieme delle diverse immagini riorganizzate dal software in modo coerente. Visto che un’immagine vale più di qualsiasi spiegazione Blogosfere High Tech pubblica delle immagini che mostrano le possibilità di Microsoft Photosynth. L’utilizzo di Photosynth, è semplice. Sul sito c’è anche un video istruttivo da scaricare. Per ciascun utente è previsto uno spazio gratuito di 20 GB per caricare le foto. Tutti i “synth” 3D creati dagli utenti sono, per il momento, pubblici e perciò visibili potenzialmente da tutti i navigatori Internet. In sintesi, le principali funzionalità offerte da Photosynth, sono:

  • “Passeggiata” o “volo” attraverso una scena per vedere le foto da qualsiasi angolo
  • Zoom di elevata qualità di una foto
  • Visione delle immagini considerate in relazione l’una con l’altra
  • Cambio agevole dell’angolo di visualizzazione tra foto vicine
  • Reperimento foto simili a quella correntemente visualizzata
  • Invio foto

Ulteriori informazioni sono disponibili sul blog ufficiale del progetto raggiungibile a (EN) questo indirizzo.

photosynth hero

Category: programmi, Siti Web, tutorial | 2 Comments »

Librerie ed esempi per lavorare con Canvas

Marzo 1st, 2009 by Giovanni Caputo

Canvas è una estensione dell’HTML standard che permette il rendering dinamico di immagini bitmap gestibili attraverso un linguaggio di scripting.

In questo articolo mostro una serie di librerie widget per lavorare con Javascript Canvas

Vi ricordo inoltre che è possibile iscriversi gratuitamente ai nostri feed: RSS feed.

Processing.js

http://ejohn.org/apps/processing.js/screens/Picture%2014.pngJohn Resig : processo di visualizzazione in Javascript

Canvas Photo Experiment

Canvas Photo Experiment interfacccia simile a “photo table” di Microsoft Surface.

Canvas 3D JS Libary

http://www.c3dl.org/wp-content/themes/c3dl4/images/headers/header.pngCanvas 3D JS Libary (C3DL) è una libreriache permette di scrivere facilemtne applicazioni 3D usando canvas 3D. Fornisce un insieme di classi matematiche, e altri oggetti 3D.

Pixastic Image Processing Library

Pixastic logoPixastic è una libreria sperimentale che permette di sviluppare diverse operazioni sulle imaggini usando pochissimo javascript. Gli effetti supportati sono desaturazione/scala di grigi,  flipping, brightness/contrast adjustment, hue/saturazione, emboss, blur e molti altri.

Coverflow in Javascript

La libreria permette i creare uno slider di immagini in javascript.

Bevel.js

Bevel.js permette di aggiungere bordi e cornici, eventualemnte sfumate alle proprie immagini. Usa un codice javascript non intrusivo e funziona tutti i browser.

Ben Joffe examples


Ben Joffe ha scritto un alibreria xhe permette di creare grafici 3D in javascript Ben Joffe web page.

ProtoChart

ProtoChartè una nuova libreria opensource che usa Prototype e Canvas per creare grafici.

IECanvas

IECanvas è una implementazione con  ActiveX delle API Canvas. Si basa sulla implementazione di Mozzilla s ulla libreria di rendering Cairo.

explorercanvas – Drawing canvas for Internet Explorer

Firefox, Safari and Opera 9 supporta i canvas. ExplorerCanvas aggiunge le stesse funzionalità ad Internet Explorer.

Category: Open Source, Siti Web, Tecnologia, tutorial | 1 Comment »

Creare Web Tour Virtuali di Spazi e Ambienti reali

Febbraio 22nd, 2009 by Giovanni Caputo

Mapwing: Build and Share Virtual Tours

Mapwing permette di creare Web Tour Virtuali di qualsiasi ambiente interno o esterno, con tanto di mappe, foto, disegni, leggende e un sistema di navigazione 3D per una vera esplorazione realistica interattiva. Successivamente puoi  condividere i tuoi Web Tour Virtuali con chi vuoi con un semplice link, o anche inserirli direttamente în qualsiasi pagina Web o nel tuo Blog.

I Mapwing Virtual Tours sono composti da una serie di punti interconnessi tra di loro, che possono essere facilmente esplorati e navigati con il browser, ciascun punto rappresenta una precisa localizzazione fisica nell’ambiente esplorato.

Puoi associare fino a 4 foto a ciascun punto, consentendo in pratica la visione da quel punto verso 4 differenti direzioni, che di preferenza vengono associate ai punti cardinali per facilitare l’orientamento.

Se hai ripreso e posizionato le foto correttamente, la sensazione è quella di guardare virtualmente l’ambiente circostante a 360° da un certo punto fisico, avendo contemporaneamente il riferimento sulla mappa della tua posizione.

Puoi navigare gli ambienti virtuali in automatico cliccando su “Play“, o utilizzare i vari controlli interattivi presenti sia sulla mappa che sulle stesse foto, spostandoti virtualmente da un punto all’altro.

Oltre alla versione gratuita, Mapwing è disponibile anche in versione Pro a pagamento senza pubblicità e con alcune funzioni addizionali, vedi qui la comparazione delle due versioni.

Per una panoramica completa di Mapwing con tutte le sue caratteristiche e funzionalità, vedi qui e la FAQ.

Read the rest of this entry »

Category: Siti Web, Tecnologia | No Comments »

Effetti 3D per photoshop

Gennaio 15th, 2009 by Giovanni Caputo

Poster Art and Wallpapers

Read the rest of this entry »

Category: Arte, tutorial | No Comments »

Papervision3D tutorial

Gennaio 10th, 2009 by Giovanni Caputo

Papervision3D è un motore opensource 3D per piattaforma Flash.

Inizialmente era utilizzato per trasformare MovieClips in illusioni 3D modificando la loro posizione, le dimensioni  e la rotazione.

Alcune delle abilità Papervision3d chiave sono:

– Visualizzazione 3D realistica
– Stili di animazione e di movimento fluidi e intuitivi
– Per esempio il trattamento di un gran numero di mezzi di attività senza alcun evidente per gli utenti finali l’esperienza di degradazione
– Perfetta integrazione all’interno di Adobe Flash

Papervision3d offre un elevato livello di impegno e divertimento, e ispira il processo creativo di designer e di sviluppatori che lavorano nel settore digitale.

Di seguito sono riportati alcuni tutorial di Papervision3d:

Introduction to Papervision

Casting Shadows in Papervision 3d


Papervision Planetarium

Tweener: Bezier Curve Animations

Pixel precision in Papervision3D

Papervision 3D Programming Tutorial – Animated Textures

Quaternions in Papervision3D

Video Cube Demo

Papervision 3D Flash Gallery Tutorial

Dragging in 3D – The Right Way

Papervision 3D Programming Tutorial – Effects

Animation using Tweener

4-Part Papervision 3D Programming Tutorials

3D Ribbons in Papervision

Using Papervision3D with FlashDevelop 3

Full interactivity on an objects surface


Content creation for Papervision3D using XSI Mod Tool: 1/2

Category: Arte, Curiosità, Open Source, programmi, Siti Web, Tecnologia | No Comments »

Creare animazioni 3d gratuitamente

Dicembre 13th, 2008 by Giovanni Caputo

Animata003 è un software gratutito che permette di creare animazioni 3d in tempo reale.

Potrai far eseguire ai personaggi, i movimenti ripresi da una telecamera

Sono disponibili videoguide o tutorial.


Reverse Shadow Theatre from gabor papp on Vimeo.

Category: programmi, Tecnologia | No Comments »

Corpo Umano Tridimensionale e Interattivo

Dicembre 6th, 2008 by Giovanni Caputo

eMedTool é un simulatore 3D del corpo umano. Si possono visualizzare, sezionare o ruotare 24 modelli (regioni/sistemi)da cui poter ricavare immagini ad alta risoluzione.

Le immagini provengono dal progetto The Visible Human Project, il più grande atlante di Bio-Immagini Digitali del corpo umano.

Category: Curiosità, Siti Web | No Comments »

Modellare oggetti in 3D

Dicembre 1st, 2008 by Giovanni Caputo

ShapeOnYou è un piccola applicazione che permette di modellare semplici oggetti in 3 dimensioni.

ShapeOnYou è donationware e disponibile anche in Universal Binary da questa pagina.

Tra le maggiori caratteristiche ricordiamo:

• Grafica vettoriale

• Creazione di animazioni esportabili come filmati QuickTime

• Interfaccia semplice ed intuitiva con palette stile iWork

• Buon rendering 3D e notevole set di immagini di base

• Possibilità di personalizzare le immagini esistenti

• Possibilità di creare nuove forme per estrusione

• Vari formati di esportazione: PDF, EPS, SVG, VRML, X3D, TIFF, PNG, JPEG

Screen capture of ShapeOnYou

Read the rest of this entry »

Category: Curiosità, Programmazione, programmi, Siti Web, Tecnologia | No Comments »