Caputo's blog

Informatica, tecnologia, programmazione, fai da te, papercraft e papertoy

Managed Driving Data Collection

Luglio 10th, 2011 by Giovanni Caputo

Microsoft dopo avere autorizzato il jailbreak di Windows Phone 7, ha rilasciato il codice sorgente della collezioni dati WiFi.

Con lo scopo di garantire a utenti e regolatori il massimo rispetto della privacy nella geo-localizzazione. Reid Kuhn, manager del partner group program del Windows Phone Engineering team, spiega che Microsoft punta sulla trasparenza in tema di privacy e geo-localizzazione: nel blog post illustra che il codice sorgente in questione deriva dal software di “managed driving data collection”. E cioè deriva dai software che collezionano i dati degli access point Wi-Fi.

Il codice sorgente dimostra sia la tiplogia che la quantità di dati che noi collezionamo quando studiamo gli  access points Wi-Fi attraverso managed driving” spiega il manager di Microsoft. “Quando costruiamo i database usati per i servizzi di localizzazione per Windows Phone 7, sfruttiamo veicoli per ottenere i dati disponibili (che chiamiamo ‘managed driving‘) attraverso auto equipaggiate con cellulari che analizzano gli access points Wi-Fi e le celle della telefonia mobile” ltre ai GPS. Tutti dati pubblici e non privati.

Oltre a collezionare ed uploadare ii dati GPS, Wi-Fi e cellulari, include altre funzioni amministrative e di gestione, riferite al self-recovery ed alla diagnostica“. Microsoft scommette sulla trasparenza come risposta a Street View, sulla graticola in Europa, dopo la multa francese. Secondo Ovum il mercato della collezione dati provenienti dagli smartphone è in pieno boom e varrà 3 miliardi di dollari entro il 2013. Secondo Mobile Marketer, da uno studio di Google emerge che l’82% dei possessori di smartphone ricevono advertising mobile e il 74% acquista dopo aver usato uno smartphone durante lo shopping.

Infine Microsoft guiderà un gruppo di enti (comprendente BBC, British Sky Broadcasting e BT) che in Gran Bretagna avvieranno test per utilizzare lo spettro delle frequenze TV per le nuove reti WiFi. Lo spazio bianco (white spaces, in inglese) è fra i 300 e i 400 MHz, è in grado di percorrere lunghe distanze e penetrare attraverso i muri.

E’ possibile scaricare il codice dalla pagine dell’MSDN :

Managed Driving Data Collection

Questo post è stato postato domenica, Luglio 10th, 2011 at 18:48 nella categoria programmi. Tags:.
Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo attraverso RSS 2.0 feed. Puoi lasciare un commento, o trackback dal nostro sito.

Lascia un commento

You must be loggati to post a comment.